giovedì 1 marzo 2012

Presentazione "Provincia di Macerata in bici"



La Provincia di Macerata è un territorio da scoprire. Nonostante l’impegno profuso e i buoni risultati conseguiti, le nostre terre rimangono per intima vocazione luoghi difficili da far conoscere. Può essere d’aiuto lo strumento di viaggio: le circostanze sono favorevoli, la bicicletta sta tornando ad essere “di moda”. I ciclisti e i cicloturisti sono diventati abbastanza numerosi da configurare l’esistenza di un mercato.  La questione dello sviluppo sostenibile ha imposto inoltre a tutti riflessioni serrate rispetto alle quali l’andare in bicicletta, anche per fare turismo, diventa inaspettatamente paradigma di modernità. Le motivazioni ideali e pratiche del cicloturista appaiono inoltre consone ad un territorio come quello maceratese, nel quale la capillare distribuzione delle risorse ambientali e culturali e la loro eterogeneità possono essere vissute nel migliore dei modi dalla prospettiva offerta dal sellino di una bicicletta.

È partendo da queste premesse che le associazioni maceratesi Alter Eco, Gruca e Ciclo Stile hanno realizzato, con il contributo della Camera di Commercio di Macerata e del Comune di Porto Recanati, la prima guida cicloturistica della Provincia di Macerata.
La guida sarà presentata al pubblico martedì 13 marzo alle ore 11:30 presso la sala consiliare della Camera di Commercio di Macerata in via Tommaso Lauri 7 a Macerata.

La guida è stata realizzata dalla Cooperativa Risorse di Macerata in collaborazione con le associazioni promotrici. “Provincia di Macerata in bici” ha al suo interno 9 itinerari differenziati per difficoltà ed è completa di tutte le informazioni necessarie per i cicloturisti che vorranno visitare il nostro territorio: profili altimetrici, cartine, indicazioni stradali, informazioni turistiche, note tecniche. La guida è disponibile in tre lingue: italiano, inglese e tedesco; si configura quindi, anche grazie alle splendide foto originali, come un’utile strumento per promuovere la nostra provincia al di fuori dell’Italia.

0 commenti:

Posta un commento